Categorie
Pc Games

Minecraft: un fan sta ricreando l’intero Zelda Breath of the Wild, ecco l’incredibile risultato

Con Minecraft si può creare tutto, ma veramente tutto, anche un intero altro gioco. Questo è certamente quello che pensa Grazzy, fan del gioco di Mojang che sta ricreando l’intero The Legend of Zelda Breath of the Wild all’interno dell’opera di Mojang. Qui sopra potete vedere uno dei video nei quali documenta il processo di creazione.

Grazzy è uno YouTuber che si focalizza su Minecraft e il suo canale è denso di video Let’s Play, di tutorial e non solo. Uno dei contenuti più impressionanti però è la creazione della mappa di The Legend of Zelda Breath of the Wild.

Per il momento lo YouTuber è solo all’inizio. Qui sotto potete vedere una mappa che indica quali parti ha già costruito. Le aree all’interno della linea verde sono state realizzate, mentre tutto il resto è ancora in lavorazione. The Legend of Zelda Breath of the Wild è enorme e costruire tutto in Minecraft richiederà parecchio tempo.

Minecraft Breath Of The Wild Map

Fortunatamente una grande parte di The Legend of Zelda Breath of the Wild è composta da natura selvaggia, senza costruzioni da riprodurre nel dettaglio. Grazzy può quindi usare World Edit, un software di terze parti che permette di eseguire grosse modifiche facilmente. È anche possibile copiare e incollare strutture precostituite: in questo modo molte sezioni possono essere realizzate senza troppe difficoltà.

I tempi di lavoro di ogni singola regione di The Legend of Zelda Breath of the Wild si contano in mesi e probabilmente ci vorranno anni prima che tutto sia definitivamente pronto. Alla fine, in ogni caso, sarà possibile scaricare la mappa e giocarvi.

Che ne dite? È un progetto interessate?

Se siete fan del gioco di Mojang, allora dovreste vedere questo nostro video: Che cos’è Hytale e perché sarà il nuovo Minecraft.

Author: Multiplayer.it

Categorie
Pc Games

Tinykin: nuovo trailer e demo su Switch

Mancano pochi giorni all’uscita di Tinykin, avventura/platform con protagonista Milo e le creaturine misteriose che danno il titolo al gioco. Sviluppato da Splashteam e pubblicato da tinyBuild, sarà infatti disponibile dal 30 agosto su PC (Steam), PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S e Nintendo Switch, anche su Game Pass al day-one.

Il publisher ha fatto uscire un nuovo filmato, che mostra un giorno nella vita di Milodane, lui, protagonista rimpicciolito insieme alle tante creaturine che lo aiutano. In più, sono disponibili i pre-ordini del gioco ed è arrivata da oggi la demo anche su Nintendo Switch, aggiungendosi alle già presenti su Steam e Xbox. Potete vedere il nuovo filmato di Tinykin qui sotto.

[embedded content] Author: GamesVillage.it

Categorie
Digital Audio

Traktor Pro 3.6 releases, as well as a feature roadmap…

This week, Native Instruments’ Traktor Pro 3.6 has finally hit Native Access. The major release brings two new subscriber-locked features, Pattern Player and Ozone Maximizer, as well as a number of other smaller fixes. Importantly, NI has also released a clear roadmap for features that they hope to work on in the near future, bringing some of the most clarity to the product’s future that we’ve seen in a long time.

Traktor 3.6 has added subscription features

The PLUS subscriptions to Traktor have officially launched with this release. They’re available in monthly ($4.99) and yearly ($49.99, but $24.50 if you sign up before Sept 1st) flavors. Details for the PLUS plans can be found here on NI’s site.

With the subscriptions come a new set of exclusive features only available to PLUS subscribers. In a bit of a blast from the past, ENDO is in the main new product release video, showing off the new feature set:

[embedded content]

The major features in this release are:

Pattern Player in the FX units of Traktor Pro 3.6

Pattern Player

As new type of FX unit, Pattern Player is a way to trigger samples in time with the playing decks. It’s similar to what you might have done with Remix Decks, Ableton Live, or an externally sync’d drum machine. The Pattern Player is assigned to a deck, as it’s technically an FX unit, and then you can manipulate it with that deck’s EQ/Filter/Mixer FX. The player can play back a single sound on a grid that’s synced to tempo, and has controls for volume, pitch, and decay. Importantly, there’s also a set of Patterns pre-programmed into the player that get denser as you increase the value – again, this is pretty much exactly what we made for the Midi Fighter Twister with it’s own built-in patterns/sequencer back in 2014. The big limit here is that there are no user-customizable patterns allowed, although that is on the roadmap (see later in this article).

There’s also a built-in sidechain into the pattern player – allowing you to push the sample above the deck it’s assigned to.

As ENDO points out, right now only an 808 Kit is available to choose samples from – meaning DJs will have to wait for any additional sounds.

Ozone Maximizer

We’ve talked about this new maximizer a bit in previous write ups, but essentially this is a new type of master limiter. This new limiter allows “more transparent limiting with less pumping at higher volumes. [It’s] an intelligent limiter that adjusts the release time to the input signal, with the goal of preserving transients while at the same time minimizing distortion.”

It’s a way to decrease clipping and increase loudness. It has a few basic controls – threshold, Fast/Smooth presets, and gain reduction – in the Traktor settings, and it will probably be welcome for certain particular mixing situations. Unfortuantely, NI does a pretty mediocre job of explaining who and why would use this – or perhaps more importantly, who wouldn’t. Is this just a better limiter that probably should be the default setting for all users but is being subscription-locked? That’s kind of what it feels like.

Trakor Pro Feature Roadmap

Importantly, concurrent with the release of Traktor Pro 3.6, there’s also a new feature roadmap – something that Friedemann at NI mentions in the NI forums will be a quarterly update shared with all users. New FX and Stem Deck separation are on here, as well as Flexible Beatgrids – something the community has been requesting for over a decade.

Author: DJ TechTools

Categorie
Digital Audio

Tronic Podcast 525 with Christian Smith

Categorie
HardwareSoftware

Netflix: il piano con annunci non supporterà il download offline

Author: Alessio Fasano Agemobile

Netflix nel corso del tempo ha introdotto diverse novità ed è ancora al lavoro per una soluzione definitiva al consumo eccessivo di banda dati in mobilità. Una delle più importanti però riguarda la possibilità di scaricare un film o un’intera serie TV.

Col passare del tempo però sono iniziate ad arrivare anche alcune limitazioni come quella al numero dei download o il blocco per i dispositivi rooted. La notizia più importante trapelata qualche settimana riguarda l’introduzione di un nuovo piano abbonamento da meno di 3 dollari in India e, dato che ad oggi i prezzi sono aumentati sicuramente molti apprezzerebbero l’arrivo di un piano economico anche in Italia, seppur con qualche limitazione.

Da diverse settimane stiamo monitorando attentamente gli sviluppi in tal senso e ci siamo lasciati lo scorso 11 dicembre con la notizia del rilascio di questo abbonamento low cost in Malesia e Indonesia. Qualche settimana fa però è arrivata la cattiva notizia tanto attesa: l’aumento dei piani di abbonamento Standard e Premium in Italia.

A partire dallo scorso 2 ottobre, il prezzo del piano Standard passa da € 11,99 a € 12,99 mentre il piano Premium subisce un rincaro ancora più elevato dato che passa da € 15,99 a € 17,99. Non viene toccato, invece, il piano base che rimane disponibile a € 7,99.

Da diverse settimane, tuttavia, stiamo seguendo gli sviluppi in merito ad un nuovo piano di abbonamento che preveda la pubblicità ma un significativo risparmio economico. Oggi Torniamo a parlare di questo piano economico perché sono emersi alcuni dettagli in merito.

Il testo trovato nel codice dell’app di Netflix rivela che il nuovo piano non consentirà il download di contenuti per la visualizzazione offline: “Download disponibili su tutti i piani tranne Netflix con annunci”. Questa non è una mossa sorprendente dato che molti altri servizi di streaming funzionano solo online.

Molto probabilmente Netflix lancerà il piano con annunci pubblicitari all’inizio del prossimo anno

Via